Empoli, 4 febbraio 2018 - Era stata annunciata e non si è fatta attendere. Come da allerta meteo della sala operativa della Protezione civile regionale, le colline sono state imbiancate da fiocchi di neve, caduti copiosi fin dalle prime ore di ieri. Montaione e Gambassi Terme, questi i territori prescelti dal ‘generale inverno’ per coprire tutto con un ben evidente manto candido. Roba da fare i pupazzi di neve. Una situazione non proprio ordinaria per residenti e addetti ai lavori, salutata con entusiasmo da parte dei più piccoli, di corsa fuori casa per giocare a pallate. Qualche preoccupazione in più per chi doveva mettersi al volante di auto e due ruote per spostarsi magari in direzione del posto di lavoro.

La neve ha sorpreso gambassimi e montaionesi fin dalle prime ore di ieri. «Gambassi Terme, zona La Sciolta, San Mariano. Evitiamo di percorrere le strade dopo il Poggio all’Aglione senza pneumatici antineve o catene», l’avvertimento dal sindaco Paolo Campinoti. Erano all’incirca le 10 di ieri. A dare man forte alle parole del sindaco, ci hanno pensato gli uomini della polizia municipale dell’Unione dei Comuni, impegnati a pattugliare le strade verificando le dotazioni dei mezzi in transito. Ma non si è trattato dell’unica emergenza della mattina.

A Montespertoli, dodici famiglie hanno dovuto fare i conti con un guaio ben peggiore di qualche centimetro di neve da spalare o, comunque, con la quale convivere. In località Lucardo Alto, come spiegato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giulio Mangani, a causa della pioggia caduta nel corso della giornata di venerdì e per tutta la nottata, il muro di cinta di un caseggiato è crollato. Ha ceduto sotto il peso del terreno completamente inzuppato e appesantito dall’acqua piovana. Si tratta di un muro imponente, lungo oltre quaranta metri. Una struttura, tra l’altro, già compromessa: l’amministrazione comunale era già intervenuta in passato disponendone l’interdizione, insieme all’area dei giardini a servizio del complesso abitativo.

Ieri mattina, insieme ai vigili del fuoco e agli agenti della polizia municipale, i tecnici del Comune hanno fatto una nuova e scrupolosa verifica: in un primo momento si è anche temuto di dover evacuare la palazzina. Un pericolo per fortuna scampato: in seguito a verifiche e accertamenti, l’area interessata dalla importante frana è stata recintata e messa in sicurezza, mentre è stato dichiarato inagibile il garage a servizio delle dodici abitazioni. Una cosa non da poco, sulla quale, nei prossimi giorni, non è escluso vi siano nuovi sopralluoghi da compiere: il meteo non appare clemente sull’Empolese Valdelsa, neppure la prossima settimana. E a dire il vero nemmeno in queste ore.

Ieri il centro funzionale della Regione Toscana ha emesso un’allerta meteo in codice arancione per rischio ghiaccio. Un pericolo oggettivo per gli utenti della strada, tant’è che i Comuni dell’area si sono attivati. Il Comune di Empoli, a esempio, per precauzione, nella serata di ieri ha attivato l’ufficio tecnico per spargere sale sulle strade collinari di competenza comunale.

S.P.