Empoli, 21 aprile 2017 - Rubate due biciclette a Empoli, erano saliti in treno ognuno con la sua due ruote, direzione Pontedera. La loro corsa è finita proprio alla stazione della città nel Pisano: la polizia li ha fermati e, dopo un controllo incrociato con i colleghi di Empoli, li ha denunciati per furto. A incastrarli, oltre alla denuncia della proprietaria di uno dei mezzi presentatasi in commissariato, sono stati i filmati della videosorveglianza del centro commerciale Coop di via Sanzio. Hanno ripreso tutta la scena, dall’inizio alla fuga a suon di rapide pedalate.

E’ successo nella mattinata di mercoledì. Dalle immagini, si vedono i due uomini arrivare, uno in sella a una bicicletta, l’altro a piedi. Quest’ultimo si intrufola al margine del parcheggio coperto dove si trovava in sosta la bicicletta e, appena pochi istanti dopo, ne esce, con la due ruote a fianco. A quel punto sale in sella e, insieme all’altro, si allontana come se niente fosse.

I due, entrambi residenti a San Miniato, un italiano di 31 anni e un albanese 22enne, si sono diretti con ogni probabilità alla stazione e hanno preso il primo treno utile per Pontedera. Mai avrebbero pensato di incappare negli agenti appena messo piede in città. Sottoposti a controllo, è subito apparso chiaro che le biciclette non erano le loro. Dunque, gli agenti hanno chiesto al capotreno a quale stazione fossero saliti in carrozza e accertato che era quella di Empoli, hanno chiamato il commissariato.

Destino ha voluto che proprio in quei momenti una giovane donna si fosse presentata per denunciare il furto della sua bici, una due ruote di grande valore e assai particolare, sparita mentre era a fare acquisti nel punto vendita di via Sanzio. Così, sono stati acquisiti i filmati della videosorveglianza: i due ladri erano proprio i due fermati a Pontedera. Entrambi sono stati denunciati, una delle bici è stata restituita alla legittima proprietaria, mentre l’altra, una mountain bike, è rimasta a Pontedera in attesa di scoprire a chi appartenga.