Certaldo, 6 dicembre 2017 - Tutto pronto per l'inaugurazione dei presepi di Certaldo, tappa iniziale del calendario di eventi che accompagnerà al Natale per arrivare poi fino all’Epifania. Una tappa fissata per venerdì 8 dicembre.

Si comincia alle 15 sul parterre di Palazzo Pretorio, nel borgo alto, con i canti natalizi della Corale Certaldese. E proprio sul parterre, sotto la Loggia di Palazzo Pretorio, sarà inaugurata la Natività.

La giornata proseguirà nel Chiostro del Convento degli Agostiniani con i presepi allestiti dalle scuole dell’infanzia e primarie di Certaldo.

A seguire si terrà l'inaugurazione del tradizionale grande presepe nei locali della Limonaia di Palazzo Giannozzi che resterà aperto al pubblico, dalle 9 alle 19, tutti i giorni (festivi compresi) fino all’Epifania. Il presepe è realizzato, così come la Natività, dalla Associazione Centro Storico Certaldo Alto e sono quattordici anni che viene allestito e arricchito ogni anno. Formato da grandi statue in legno di pregiata fattura artigianale alte circa un metro, interamente costruite a mano, poggia su un palco di oltre cinquanta metri quadri, e nell’arco di cinque minuti vede variazioni di musica e illuminazione che danno la sensazione dello scorrere del tempo durante la giornata. Statue e vestiti sono stati prodotti manualmente da maestri artigiani.


Da venerdì sarà aperto anche il Presepe della Propositura, nella chiesa di San Tommaso Apostolo, mentre è già visitabile un altro presepe, allestito nei locali della Arciconfraternita di Misericordia, via Dante Alighieri 7.

Ma la festa dell'8 dicembre coinvolgerà anche il centro urbano. Il Ccn ConCertaldo darà vita ad un’altra serie di eventi con letture itineranti al via dalle 16. 

Il ritrovo per tutti, alle 17.30, è fissato in piazza Boccaccio per accendere insieme l’albero di Natale, mentre dopocena, alle 21, appuntamento con "Si racconta le novelle del Boccaccio" a cura di Oranona Teatro a Casa Boccaccio. Il tutto senza dimenticare la pista di pattinaggio sul ghiaccio in via Leopardi, aperta fino al 6 gennaio.