Montelupo Fiorentino, 1 dicembre 2017 - La follia, ispiratrice e controversa, è la protagonista del ciclo di incontri di «Pensieri a tavola», iniziativa di casa al Mmab di Montelupo Fiorentino. Prima tappa questa sera, 1 dicembre 2017, quando nelle sale del museo si parlerà di «La follia è dentro di noi, a essa attingiamo nella creatività e nell’amore». Un tema curioso e senza dubbio da approfondire.

«Quando abbiamo cominciato a pensare ai temi da trattare in questa edizione ci è sembrato doveroso un approfondimento sulla follia, in relazione anche alla conclusione della storia del complesso dell’Ambrogiana come sede dell’opg – ha spiegato Lorenzo Poggi, anima della prima serata di confronto – Abbiamo però voluto dare una lettura positiva. La follia non è altro che la sospensione dell’ordinario scorrere della quotidianità e della razionalità. Un momento in cui non vige più un principio di causa e d’effetto, ma qualcosa di più profondo. È nella follia che attingiamo nell’amore, così come nell’arte». Una lettura affascinante.

Ma il ciclo di eventi prosegue con cinque tappe targate 2018. Il 25 gennaio si parlerà di «Il sapore del sapore. Possibile filosofia del gusto», mentre il 22 febbraio l’argomento in ballo sarà «Essere al mondo. Sensibilità laica e religiosa».

A marzo, per l’esattezza il 29, spazio a «Il saggio è tormentato dal sospetto di essere imbecille. L’imbecille è fiero di se?», un interrogativo cui vale davvero la pensa trovare risposta. Uomo e donna, tra maschio selvatico e femminilizzazione dell’uomo in Occidente saranno affrontati giovedì19 aprile, con gran finale il 31 maggio su «Lode del nulla e del silenzio». Ogni appuntamento prenderà il via alle 20.15 tra discussione a carattere filosofico e degustazione dei prodotti del territorio.

Il costo di ciascuna iniziativa è 15 euro ed è necessario prenotarsi chiamando lo 0571.917552.