Lucca, 27 novembre 2017 - La polizia stradale di Lucca ha denunciato un 33enne perché "trasportava alimenti senza curarsi della loro corretta conservazione", come si legge in una nota della Polstrada. L'uuomo, di origini rumene, è stato fermato sabato 25 novembre da una pattuglia della sottosezione di Viareggio sull’A/12, all’uscita di Sarzana, insospettita dalle condizioni del suo furgone, un Mercedes Sprinter malandato.

Davanti ai poliziotti ha iniziato a balbettare e non è stato difficile capire il perché. "All’interno del vano di carico _si legge nella nota_  vi erano 8 quintali di merce, di vario tipo, trasportata alla rinfusa, tra scatolame, carni bianche, salumi e macinato, oltre a vari sacchi di patate e ortaggi, stipati insieme a una scala, alcune valigie e una gomma di ricambio. Per giunta mancavano pure i documenti con cui è possibile tracciare la provenienza di tutto quel cibo".

I poliziotti, aiutati da personale della Asl 5 di La Spezia, hanno accertato che la merce non poteva essere trasportata in quelle condizioni, "con un veicolo sporco e privo del previsto sistema di refrigerazione, ed hanno anche verificato che la carne, ormai scongelata per via della temperatura inadeguata, era scaduta da tempo".

La polizia stradale ha sequestrato tutta la merce, avviando alla distruzione 17 chili di carne e i salumi, mentre gli altri cibi saranno sottoposti ad ulteriori esami nei prossimi giorni. Il conducente, denunciato dagli agenti per trasporto di alimenti deteriorati, dovrà pure pagare una salatissima multa di 3mila euro.