Firenze, 8 agosto 2017 - Le precipitazioni piovose torneranno a settembre. E saranno in media con il periodo, ovvero andranno dai 75 agli oltre 100 mm in un mese. Lo dice il Lamma in una nota in cui, ricordando che il suo servizio è sperimentale, fa un panorama di cosa accadrà a livello meteo alla fine dell'estate. Non verranno recuperati i 200 mm persi nei primi sei mesi dell'anno, ma almeno la pioggia tornerà a un ritmo regolare, che potrà dare respiro al terreno.

"Dopo il passaggio di un sistema perturbato atteso per il 10-11 agosto (che potrà favorire locali temporali, anche intensi), nei giorni successivi si ristabilirà probabilmente un campo di alta pressione sul Mediterraneo, mentre il flusso perturbato interesserà marginalmente il nord Italia. Non sono quindi attese piogge significative, salvo occasionali fenomeni di instabilità pomeridiana sulle zone interne e in particolare sui rilievi appenninici": questo, dice il Lamma, accadrà dunque fino a verso la metà di agosto.

"Le temperature, ben al di sopra della norma fino al 9 agosto - spiega il Lamma - si riporteranno in media a partire dal 10 e rimarranno tali almeno fino al 14-15 del mese. A seguire possibile nuovo lieve aumento con valori di poco superiori alla media di riferimento. Previsioni per il mese di Settembre sulla base dei modelli di previsione stagionale: per il mese di settembre si prevedono piogge nella media, così come le temperature. Si ricorda che la media delle precipitazioni cumulate nel mese di settembre (1981-2010) va da un minimo di 75 mm di Siena a un massimo di 115 mm riferito a Lucca".