Firenze, 17 febbraio 2017 - Quando c'è un caso di meningite, scoppia la psicosi e in migliaia corrono a chiamare l'Asl per vaccinarsi, lamentandosi delle attese e dei centralini in tilt. Poi, passate un paio di settimane, tutto torna nel dimenticatoio fino al caso successivo.

E' davvero impressionante il dato che riguarda l'Asl Toscana Centro, che copre le province di Firenze, Prato e Pistoia: attualmente le liste d'attesa sono azzerate. E non perché all'Asl siano diventati dei maghi: è che improvvisamente nessuno telefona più.

Le linee telefoniche dedicate agli appuntamenti - come ricorda la stessa Asl - all’inizio di quest’anno erano sovraccariche e oggi i telefoni non squillano quasi più. A Firenze e Pistoia si può avere l’appuntamento in giornata, a Prato l’attesa è di due giorni.

Dopo il caso della ragazza ventenne ricoverata lo scorso 31 dicembre all’ospedale Santo Stefano di Prato per un'infezione da meningite C, le linee telefoniche dedicate alla prenotazione del vaccino erano sovraccariche durante tutto l’arco della giornata e i tempi di attesa per l’appuntamento si attestavano dai 20 ai 28 giorni nei territori di Prato, Pistoia e Firenze.

L’Azienda Sanitaria si era attivata aumentando le sedute vaccinali e il personale dedicato per rispondere alle richieste di vaccinazione, in particolar modo per la fascia di età fino a venti anni. E’ fondamentale infatti che i genitori degli adolescenti comprendano il valore della vaccinazione, unico strumento per contrastare l’aumento dei casi e ridurre la circolazione del batterio. Vaccinandosi salvaguardiamo la nostra salute e quella degli altri. Il vaccino protegge a livello individuale e indirettamente con la riduzione dei portatori asintomatici e di conseguenza con la riduzione generale della circolazione del batterio.

Ad oggi a fronte di una offerta complessiva nelle sedi dei territori di Firenze, Prato e Pistoia di 5.102 vaccinazioni antimeningococco C, restano ancora disponibili 1.909 appuntamenti. L’andamento della richiesta di vaccinazioni è costantemente monitorato in modo da garantire l’implemento delle sedute vaccinali quando se ne presenta la necessità.

Queste le disponibilità territoriali: Firenze: 1477 posti liberi. Prato: 196 posti liberi. Pistoia: 236 posti liberi.

COME PRENOTARE - Prato si può chiamare il Cup telefonico 0574.805050 dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30 oppure il Dipartimento Prevenzione di via Lavarone 3/5 allo 0574.805990 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.

A Pistoia per la zona Pistoiese telefono 0573 353209 - 0573 353207 dal lunedi al venerdi dalle 8,30 alle 12.30; per la Valdinievole telefono 0572 942804 - 0572 942823 dal lunedi al sabato, dalle 8.30 alle 12.30; per la Montagna Pistoese telefono 0573 634041 martedi, mercoledi e giovedi, dalle 9 alle 12. Telecup 848 - 800709 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e sabato dalle 8 alle 12.

A Firenze Cup telefonico – telefono 840 - 003 003 o dal cellulare 199 175 955, dal lunedì al venerdì dalle 7.45 alle 12.30.

Il Vaccino può essere fatto anche presso gli ambulatori del proprio medico di medicina generale e del pediatra che lavorano in stretta sinergia con l’Azienda Sanitaria nella campagna di vaccinazione per il meningococco C.