Viareggio, 10 agosto 2017 - Da modella a pornostar, da onorevole ad artista. E’ la lunga carriera di Ilona Staller, alias Cicciolina, che dopo tanti anni torna in quel locale dove si esibì nel 1987 (per la prima volta da deputato) in uno spettacolo molto piccante davanti a centinaia di fan, che l’attendevano al Palasport che il sindaco di allora non concesse. Quel locale era il Gabbiano, night club dell’imprenditore viareggino Paolo Paoli che ora si chiama Maki Maki e che ospiterà domani sera la tappa del suo Love Tour 2017. Cicciolina canterà le sue canzoni ‘80 e ‘90 (Muscolo Rosso, Inno alla Trasgressione) e si concederà al pubblico per selfie e autografi.

Cosa ricorda del Gabbiano?

«La verve è la stessa di oggi, anche se i miei spettacoli non sono trasgressivi come una volta. Sarà uno show di gesti, ammiccamenti, sempre con la mia coroncina di fiori, cantando nelle vesti di un’autentica e romantica paladina della liberalizzazione sessuale e dell’antiproibizionismo anni ‘80. Tante battaglie che ancor oggi porto avanti, come contro censura e perbenismo. Allora sul palco c’era il mio serpente Pito Pito, oggi l’orsetto di peluche».

Ci può parlare del cinema a luci rosse?

«Quando ci lavoravo erano anni controversi e appassionanti: ero sempre in copertina su Playboy e Playmen, pronta a eccedere. La trasgressione apriva le porte a un mondo ricco, quattro giorni sul set valevano oltre 300 milioni: ero l’attrice più pagata al mondo. Oggi è tutto cambiato».

Può esserci il sentimento sul set di un film osé?

«E’ soggettivo, ma se c’è feeling può scattare la scintilla».

Poi è entrata in politica...

«Esperienza positiva e ricca di soddisfazioni: mi impegnai per la riapertura delle case chiuse, la libera espressione, contro il nucleare, per l’informazione sessuale nelle scuole e sull’Aids».

Pannella?

«Marco era un fantastico leader oltre che un grande oratore: per me resterà sempre un padre, un fratello».

In che veste si sente più a suo agio?

«In ogni forma d’arte: mi sento un’icona e una musa per gli artisti d’arte moderna».

Cosa fa oggi?

«Fotografia e arte: ho creato collage surreali per Cicciolina Make Art che illustrano la mia vita e la mia personalità».

Futuro?

«Sto cercando produttori per la realizzazione del film sulla mia vita: sarò regista e attrice».

Rifarebbe tutto?

«Sì».

Ha un compagno?

«Sono felicemente single. Credo sempre nell’amore, in un uomo che può dare tanto».