Firenze, 13 marzo 2017 - E' un rito che non morirà mai, ma che anzi anno dopo anno è sempre più strutturato e sentito. Anche e soprattutto grazie ai social network, che rilanciano le iniziative organizzate in questo 2017. Siamo a cento giorni dall'esame e migliaia di studenti sciamano tra Pisa e Viareggio.

La Torre e piazza dei Miracoli (con la lucertola del portone del Duomo da accarezzare) e la spiaggia di Viareggio su cui scrivere la cifra "100", il massimo dei voti alla maturità. Tornano dunque le grandi tradizioni, rispettate dai diciottenni di oggi così come dai loro fratelli e sorelle più grandi e dai loro genitori prima. Allegra confusione in piazza dei Miracoli, dove i ragazzi hanno preso possesso del prato e si affollano intorno alla porta della cattedrale. Che è stata però transennata: accarezzare la lucertola ha portato negli anni a un deterioramento del bronzo. Serviranno dunque altri riti, perché toccarla non sarà possibile.

CENTO_21248428_121324

"Cento giorni" organizzati in maniera molto strutturata a Viareggio, dove gli albergatori hanno preparato per gli studenti un pacchetto completo che comprende notte in albergo e un concerto che si terrà in centro proprio nella località balneare nel pomeriggio di un lunedì 13 marzo di sole. E proprio in spiaggia a Viareggio tanti ragazze e ragazzi hanno portato il costume per la prima tintarella e il primo bagno della stagione. In spiaggia c'è anche il network di studenti "ScuolaZoo", che ha organizzato un party e una diretta Facebook fin dalla mattina. 

Pisa e Viareggio dunque le capitali dei cento giorni, divise per realtà territoriali: se gli studenti della provincia di Livorno preferiscono Pisa, quelli dell'interno della Toscana, a cominciare da Firenze, hanno da sempre optato per il litorale versiliese. Per un giorno l'assenza a scuola è in qualche modo giustificata. Da stasera in poi testa agli esami, a una prova-chiave nella vita di uno studente.