Firenze / Arezzo / Empoli / Grosseto / La Spezia / Livorno / Lucca / Massa Carrara / Montecatini / Pisa / Pontedera / Pistoia / Prato / Sarzana / Siena / Viareggio / Umbria

Mondiali di ciclismo, ecco come muoversi durante la chiusura strade

Firenze: sono dodici le gare del mondiale in città

I percorsi alternativi. In diversi casi è consigliabile imboccare l'autostrada

Vigili urbani al lavoro
Vigili urbani al lavoro
Articoli correlati

Firenze, 4 settembre 2013 - Cinque corse in linea, due cronometro a squadre e cinque cronometro individuali. Sono dodici le gare del mondiale di ciclismo che si correranno in città dal 22 al 29 settembre. Quattro si svolgeranno interamente a Firenze, mentre le altre otto partiranno da Lucca, Pistoia o Montecatini e termineranno al Campo di Marte. La viabilità cittadina sarà comunque modificata, con tutti gli inevitabili piccoli-grandi disagi che accompagneranno la carovana iridata.

Le grandi manovre partiranno sabato 21, 24 ore prima della due gare che inaugureranno ufficialmente la kermesse. La mattinata, dalle 9 alle 12, sarà infatti dedicata agli allenamenti delle squadre. Il tracciato, che collegherà via Pistoiese al Campo di Marte, si snoderà lungo via Baracca, piazza Puccini, le Cascine, piazza Vittorio Veneto, Porta al Prato, via Curtatone, lungarno Vespucci, lungarno Corsini, via Tornabuoni, piazza della Repubblica, piazza del Duomo, via dell’Oriuolo, via Verdi, piazza Santa Croce, lungarno delle Grazie - lungarno del Tempio, via Piagentina, via lungo l’Affrico, via del Campo d’Arrigo, via Pilo, viale dei Mille e viale Paoli. Impossibile attraversare il tracciato, impossibile parcheggiare lungo le arterie interessate.

E’ sabato, molti uffici sono chiusi, e non si tratterà dunque di una giornata da bollino rosso. In ogni caso è stata studiata una viabilità alternativa, in grado di bypassare le strade interessate dal tragitto e di garantire comunque un itinerario percorribile a chi è costretto a spostarsi da una parte all’altra della città. E’ il caso, per esempio, degli automobilisti e dei motociclistiche dalla zona di Gavinana dovranno raggiungere quella di via Masaccio, un tragitto che, traffico a parte, si percorre generalmente in una decina di minuti. Stavolta i fiorentini dovranno armarsi di santa pazienza e aggirare il perciorso dei mondiali lungo l’itinerario viale dei Colli-Porta Romana-ponte alla Vittoria-Fortezza e piazza della Libertà.

A chi deve raggiungere il Campo di Marte partendo dall’Isolotto è addirittura consigliato di imboccare l’autostrada del sole al casello di Firenze-Scandicci, uscire a Firenze sud e passare da Rovezzano. Autostrada suggerita anche per chi deve raggiungere Careggi dal Galluzzo (entrata a Firenze Impruneta e uscita a Firenze nord) e per chi deve percorrere gli itinerari Gavinana-Novoli (ingresso in A1 a Firenze sud e uscita a Firenze nord), Galluzzo-Gavinana (entrata a Firenze Impruneta e uscita a Firenze sud), Novoli-Gavinana (ingresso a Firenze nord) e Galluzzo-Isolotto.

In queso caso, invece di passare da Porta Romana, è consigliato l’ingresso in A1 a Firenze Impruneta e l’uscita a Firenze Scandicci. Per arrivare all’ospedale di Careggi partendo dall’Oltrarno sarà necessario avviarsi lungo la direttrice Porta Romana-ponte alla Vittoria-Fortezza-Statuto, mentre chi parte dal Campo di Marte eviterà il tracciato mondiale sfruttando l’itinerario Gignoro-viale Righi-viale Volta- piazza delle Cure-piazza della Libertà-Fortezza-Statuto. Rispetto al solito, insomma, servirà un pizzico di pazienza in più.

c.z.

Condividi l'articolo