Arezzo, 2 febbraio 2018 - I tifosi del Montevarchi della Curva Farolfi, domenica, saranno regolarmente al loro posto. E hanno affidato le motivazioni ad un comunicato nel quale viene evidenziato, innanzitutto, il clima, definito “assurdo” che si è creato. I supporters aquilotti si sono detti “sbigottiti” per le misure di ordine pubblico adottate per il derby con la Sangiovannese. “Un avvenimento che negli ultimi anni è stato tutto sommato tranquillo e gestito normalmente, non meritava certo una regolamentazione così rigida che scontenta tutti ,tifosi, società, città in genere. Lo schifo è stato tanto – hanno detto – , e ci siamo chiesti perché, che bisogno c’era, al di là di motivi di ordine pubblico che nessuno vede.

Abbiamo vissuto abbastanza anni nel mondo ultras da capire che annunciare misure di questo tipo serve solo a creare tensioni all’interno delle tifoserie e a svuotare gli stadi. Perché a qualcuno – hanno aggiunto – gli stadi vuoti piacciono, sapete? Che ci volete fare, c’è gente che gode a vedere le curve spoglie e in silenzio, le tifoserie divise. Peccato che a noi sia sempre piaciuto fare i guastafeste, e questa soddisfazione non gliela diamo. Noi – hanno proseguito gli Ultras montevarchini – rispondiamo con la nostra unità, con la nostra compattezza e la voglia di gridare a tutti che, purtroppo per loro, su quei gradoni ci siamo e ci saremo, belli come sempre, uniti e compatti più che mai.

Le tifoserie d’Italia hanno lottato per anni contro tessere, biglietti nominali (quelli veri, quelli con nome e numero di posto stampato, non come quelli di domenica…) e la storia insegna che alla fine vince chi rimane unito, in piedi a dimostrare di esserci ancora. E allora con il nostro orgoglio, fieri della nostra storia polverizziamo i biglietti di questa partita, tutti allo stadio, più forti di chi ci vuole male!”. Non è poi mancata una critica sulle condizioni strutturali dello stadio Brilli Peri. ” E’ l’ora che chi ha promesso provvedimenti riguardo al rinnovo dello stadio mantenga la parola data – hanno detto i tifosi della “Farolfi” -. Sono passati mesi in cui abbiamo sentito tante parole ma visto ben pochi fatti. Per noi gli impegni presi valgono, e non siamo persone che dimenticano facilmente. Montevarchi e i montevarchini meritano uno stadio all’altezza di una storia di 116 anni, non un impianto fatiscente che dimostra solo quanto vale finora la parola di qualche politicante. Datevi una mossa, e presto!”.