Sansepolcro, 9 agosto 2017 - Un gol del solito Davide Moscardelli  decide l'amichevole che l'Arezzo vince di misura a Sansepolcro per 1-0, Bianconeri comunque capaci di reggere il confronto con la più quotata avversaria. Bellucci schiera il 4-3-1-2, mentre i locali sperimentano un 3-4-3 che di fatto è un 3-4-2-1 con Parodi terminale offensivo; Mortaro siede in panca come Bianchini e la novità saliente è il fresco ritorno in bianconero di Mattia. L’Arezzo non sfonda per vie centrali, ma dispone di spazi soprattutto sulla fascia destra, dove Yebli e Luciani sono le pedine più insidiose. Al 26’, per un fallo di Giambi su Grossi, Moscardelli prova a scaldare il piede su punizione, con la sfera che esce a lato. David, peraltro ex di turno, compie la prodezza più significativa al 34’ sulla botta secca di Cutolo e un minuto più tardi è Corradi a concludere di poco alto sul taglio di Luciani. In avvio di ripresa, Grossi strappa gli applausi con un tiro che sfiora il palo. Al 19’Mortaro parte sulla sinistra e serve in mezzo per Parodi, che costringe Borra al miracolo. Sul capovolgimento di fronte, al 22’, l’Arezzo passa in vantaggio: angolo dalla destra di Grossi, Yebli e alcuni difensori mancano l’aggancio e Moscardelli da due passi gonfia comodamente il sacco. Cinque minuti più tardi, Cutolo recupera palla e serve al «Mosca» la palla del raddoppio, fallito di un soffio. Al 38’, è invece il giovane Malentacchi a mangiarsi il gol del pareggio, mentre in pieno recupero il giovane portiere biturgense Giorni si esalta sulla punizione di D’Ursi. Finisce qui, con una indicazione su tutte per l’Arezzo: il continuo pressing esercitato, a dimostrazione di una condizione fisica buona.