Arezzo, 17 settembre 2017 -  E' il giorno del riscatto: o forse della verità. E' il giorno del delicato match di Piacenza, unico assente Cellini, per il resto tutti disponibili in casa Arezzo alla vigilia della sfida in casa di Piacenza. Claudio Bellucci è pronto a confermare il 4-3-3 anche se con alcune novità rispetto all’undici iniziale che ha affrontato Giana Erminio e Pistoiese.

Ecco quindi che contro il Piacenza l’unico under sarà il portiere Borra. In difesa tornerà Luciani al posto di Talarico. Al centro si scalda Muscat per fare coppia con Ferrario, mentre a sinistra toccherà a Sabatino. Cenetti non è al meglio e il ruolo di play basso sarà quindi assegnato a Giuseppe De Feudis. L’ex Lecce, come detto anche da Bellucci, garantirà maggiore palleggio lì in mezzo con Foglia e Corradi.

De Feudis non sarà l’unico amaranto a debuttare dal primo minuto in stagione. In attacco Bellucci rinuncerà a Disanto infortunato. toccherà nuovamentwe a D’Ursi nel tridente con Moscardelli e Cutolo.

 In porta l’ex Pro Piacenza Fumagalli con Bertoncini, Silva e Pergreffi. A centrocampo Di Cecco, Scaccabarozzi, Morosini, Segre o Della Latta con l’ex Masciangelo a sinistra. In attacco la coppia RomeroZecca per dare maggiore insività alla manovra offensiva che fin qui ha prodotto un solo gol. Saranno circa un centianio i tifosi amaranto al seguito del Cavallino che raggiungeranno Piacenza con il pullman organizzato dagli Ultras e con mezzi propri.

COSI’ IN CAMPO

PIACENZA (3-5-2): Fumagalli; Bertoncini, Silva, Pergreffi; Di Cecco, Segre, Morosini, Scaccabarozzi, Masciangelo; Zecca, Romero. Allenatore: Franzini.

AREZZO (4-3-3): Borra; Luciani, Muscat, Ferrario, Sabatino; Corradi, De Feudis, Foglia; D’Ursi, Moscardelli, Cutolo. Allenatore: Bellucci. Arbitro:Natilla di Molfetta.