Arezzo, 17 giugno 2017 -   A dare una mano a livello tecnico, qualcuno sostiene anche come nuovo direttore generale dell'Arezzo, spunta Franco Zavaglia, procuratore per tanti anni di Francesco Totti e da una vita nel calcio. I due-tre imprenditori vicini a rilevare il club amaranto vengono da Roma o comunque dal Lazio.

"Sì, sto per cedere l'Arezzzo, manca ancora qualche dettaglio, settimana prossima, entro mercoledì o giovedì al massimo la decisione definitiva". Così il presidente Mauro Ferretti mercoledì in conferenza stampa.

"La trattativa con un gruppo solido è avviatissima, ci siamo quasi, anche se fino a quando non c'è nero su bianco non si può mai dire, nello sport ma anche nella vita in generale, però siamo ai dettagli. In ogni caso, visto che i tempi stringono per tanti motivi, entre mercoledì o giovedì al massimo della prossima settimana ci sarà una decisione definitiva. Ammetto che da solo diventa sempre più complicato andare avanti in una categoria come la Lega Pro con tante spese ed entrate nulle o quasi".

E ancora..."Mi chiedete se in extremis andrà male la trattativa? Resterò io, tranquilli che l'Arezzo non morirà, sarebbe uno sgarbo ai tifosi, alla città, anche a me stesso, andrebbero vanificati quattro anni e mezzo"

Ma chi sono i nuovi probabilissimi acquirenti dell'Arezzo? "Un gruppo misto, soprattutto gente di fuori, ma anche qualche aretino. E alcune persone ruotano attorno al calcio da tempo. Il gruppo è conosciuto e solido".

Non è più scontato nemmeno che restino il vice presidente e direttore generale Andrea Riccioli e soprattutto il direttore sportivo Roberto Gemmi, che hanno lavorato inensamente in questo periodo. 

La svolta per la cessione societaria è avvenuta negli ultimissimi giorni. Ovvio che al momento, con questa situazione non ancora definita, sia fermo il discorso sul nuovo allenatore.

Intanto il centorcmapista Horacio Erpen, in amaranto nel 2009-2010, 2014-2015 e nell'ultima stagione e col contratto in scadenza il prossimo 30 giugno, va al Crema in serie D.