Arezzo, 19 aprile 2017 - Inizia l'avventura di Matteo Marconcini. Il judoka aretino ha raggiunto insieme ai propri compagni di nazionale la sede del ritiro azzurro. L'appuntamento è quello con gli Europei di Judo a Varsavia, ai quali l'Italia si presente con l'obiettivo di ottenere il maggior numero di medaglie.
“Mi aspetto di fare una buona gara. Mi sento pronto - ha detto Marconcini a poche ore dalla partenza per la Polonia - il lavoro svolto è stato buono. Mi appresto a dare battaglia, ai più forti”.
Di fatto gli Europei acquisiscono un valore ancor più importante. Il 2017 è il primo anno dopo Rio 2016 e le rappresentative nazionali stanno già lavorando in vista di Tokyo 2020.
Il primo appuntamento con gli azzurri è in programma domani con la speranza di arrivare fino in fondo alla manifestazione continentale che chiuderà i battenti martedì 25 aprile.
Sono a dir poco elevate le speranze di medaglia che l'Italia ripone in Matteo Marconcini. L'atleta, aretino doc e quartierista di Porta del Foro, infatti è annoverato tra i favoriti nella categoria 81 kg. In una squadra maschile in forte fase di rinnovamento, il 27enne Marconcini si ritrova nel ruolo di atleta più esperto, nonostante sia in realtà alla sua prima partecipazione nella rassegna europea. Il judoka toscano vanta però il quinto posto delle ultime Olimpiadi.
Arezzo si prepara a fare il tifo per il suo beniamino. La competizione sarà trasmessa in streaming dalla European Judo Union (EJU). 
La categoria degli 81 kg - quella di Marconcini - prenderà il via venerdì alle 11. Alle 15,30 sarà la volta della cerimonia d'apertura, alle 16 via al final block (ripescaggi, semifinali e finali).
Domenica sarà la volta della prova a squadre. Alle 11 via alle eliminatorie, ripescaggi e semifinali. Alle 16 invece scatteranno le finali.