Arezzo, 23 gennaio 2018 - Chiedono la riconferma dei parlamentari uscenti: Marco Donati e Donella Mattesini. E' la sintesi delle ultime due riunioni della direzione provinciale del Partito Democratico, l'ultima delle quali svoltasi l'altra sera. Ssono stati affrontati i temi legati alla legislatura ormai conclusa ed è stato aperto il confronto in vista delle prossime elezioni politiche del 4 marzo.

La direzione provinciale in maniera unanime si è espressa positivamente sul mandato dei parlamentari uscenti Marco Donati e Donella Mattesini, riconoscendo loro impegno, generosità, competenza, presenza in aula e nel territorio, capacità di creare relazioni tra azione parlamentare ed esigenze delle nostre comunità.

«È emersa una opinione che ha trovato tutti d’accordo sul lavoro dei due nostri rappresentanti - afferma il segretario del PD aretino Albano Ricci -, tutta la direzione è convinta della bontà della loro azione politica e gli riconosce piena fiducia affinché possano continuare ad essere i rappresentanti di questo territorio. Lo scenario aretino – prosegue Ricci - è complesso da diversi punti di vista: la legge elettorale disegna collegi che mettono insieme realtà territoriali diverse e, contestualmente, la nostra provincia è stata al centro del dibattito politico degli ultimi mesi e, con ogni probabilità, l'attenzione dell'opinione pubblica nazionale rimarrà molto alta durante la campagna elettorale.

Siamo tutti convinti che Donati e Mattesini siano le persone ideali per affrontare i prossimi difficili impegni ed essere per il Partito Democratico un importante valore aggiunto».

Il Partito Democratico di Arezzo non può prescindere quindi dalla riconferma di Donati e Mattesini. Nella direzione provinciale convocata per mercoledì 24 gennaio, sulla base del regolamento per la selezione delle candidature già approvato dalla direzione nazionale, saranno individuati ulteriori profili comunque idonei e rappresentativi per la composizione delle liste per le due camere e saranno trasmessi al PD regionale per una eventuale loro valutazione.