Arezzo, 27 ottobre 2017 - Restano ancora incerti gli esiti della vicenda Cantarelli, sono cariche di emozione le dichiarazioni delle lavoratrici alla manifestazione di ieri: «Abbiamo dato tanto per questa azienda e non ci meritiamo questo silenzio, ci sentiamo smarrite, abbiamo sacrificato gli affetti e le famiglie per andare avanti». Un faccia a faccia nella sala del consiglio comunale fra le donne della Cantarelli e la donna Francesca Basanieri a cui si rompe la voce mentre ascolta e risponde alle domande.

Fra le novità c'è la data del prossimo incontro al Ministero dello sviluppo economico, il 14 novembre e il fatto che la trattativa resta aperta con la possibilità di un terzo bando veloce per favorire nuove offerte, oppure con l'apertura a negoziazioni dirette.