Arezzo, 26 dicembre 2017 - Non è bastata la sala del Podestà del palazzo storico montevarchino a contenere il gran numero di persone che sabato pomeriggio ha preso parte all’evento organizzato dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Montevarchi e dall’Amministrazione Comunale. Evento che ha visto protagonista la scrittrice montevarchina Elena Favilli, protagonista insieme a Francesca Cavallo del libro diventato un vero e proprio caso editoriale e successo mondiale: le “Storie della buonanotte per bambine ribelli”. Il suo bestseller è stato tradotto in 30 lingue e racconta l’universo femminile.

Si tratta infatti di una raccolta di 100 favole della buonanotte con protagoniste altrettante donne straordinarie del passato e del presente; da Serena Williams a Rita Levi Montalcini, da Margherita Hack a Michelle Obama. Cento esempi di forza e coraggio al femminile, dedicati a tutte le donne, grandi e piccole, che puntano a realizzare i propri desideri mantenendo integra la propria identità. Il progetto è stato lanciato attraverso il crowdfunding, il cosiddetto finanziamento collettivo. Il libro è risultato essere il più finanziato nella storia del Craudfanding con oltre un milione di dollari raccolti in 70 nazioni in meno di un mese. Il 28 febbraio 2017 è uscito per Mondadori la versione in italiano, che è diventato il libro più venduto dell’anno e ha conquistato anche il riconoscimento di best seller globale con traduzioni in 40 lingue. Il libro, si legge nella recensione della casa editrice, è rivolto alle bambine ribelli di tutto il mondo.

A loro viene rivolto un invito: “sognate più in grande, puntate più in alto, lottate con più energia. E, nel dubbio, ricordate: avete ragione voi”. Elena Favilli è nata a Montevarchi e vive in California. Ha conseguito un master in semiotica della Università di Bologna (Italia) e ha studiato giornalismo digitale alla UC Berkeley. Ha lavorato per la rivista Colors , McSweeney’s , RAI , Il Post e La Repubblica , e ha gestito le redazioni digitali a livello globale. Nel 2011, ha creato la prima rivista per bambini per iPad , la rivista Timbuktu . È fondatrice e CEO di Timbuktu Labs, che ha creato con Francesca Cavallo. Durante la presentazione Elena ha raccontato come è nata questa idea, come si è sviluppata e i prossimi lavori editoriali. Alla fine si è fermata per firmare il volume ai tantissimi bambini presenti e scattare con loro le foto di rito. Sono intervenuti all’evento il Sindaco Silvia Chiassai Martini e la Presidente della Commissioni delle Pari Opportunità Arianna Bartoli.