Arezzo, 27 dicembre 2017 - Ieri notte, un uomo di 45 anni è stato fermato dalla Polizia Stradale di Arezzo sul viale Newton, poiché guidava un’auto pur essendo ubriaco. I poliziotti stavano controllando le auto nei pressi di una nota discoteca, al fine di prevenire incidenti dovuti a condotte di guida distratte, nonché all’uso di alcool o droghe.

Lui, originario di Lucca ma residente in provincia di Arezzo, era in compagnia di una donna, anche lei alticcia. Ambedue sono stati fatti scendere dalla loro Mercedes e il responso dell’etilometro per lui è stato chiaro, poiché nell’organismo il suo tasso di alcool era quattro volte superiore rispetto al consentito. Appena ha compreso che la Polstrada gli avrebbe ritirato la patente e sequestrato il veicolo, l’uomo ha inveito contro la pattuglia e, annebbiato dall’alcool, ha minacciato i poliziotti dicendo che l’avrebbero pagata cara.

Ha cominciato a montare la follia. Appena ha compreso che la Polstrada gli avrebbe immediatamente ritirato la patente e sequestrato il veicolo, l’uomo, annebbiato dall’alcool, ha iniziato ad inveire e minacciare la pattuglia: «Ve la farò pagare cara» ha urlato. 

E ci stava riuscendo, poiché con uno scatto repentino è balzato sull’auto, distante circa venti metri e, dopo averla messa in moto, ha invertito la marcia e puntato contro gli agenti, che sono riusciti a scansare la Mercedes, finita poi contro l’auto della Stradale. A quel punto i poliziotti lo hanno neutralizzato e condotto in caserma, accertando che era una vecchia conoscenza della polizia, poiché sorpreso anni fa a spacciare stupefacenti. Gli investigatori hanno condotto il malvivente presso il carcere di Arezzo, arrestandolo per tentato omicidio, resistenza, guida in stato di ubriachezza e danneggiamento.