Arezzo, 03 gennaio 2018 - Il comune di Terranuova Bracciolini, alla fine del 2017, ha consegnato un prestigioso riconoscimento a cinque esponenti della società civile che si sono distinti nel corso dell’anno. La scelta è andata su Lara Mori, campionessa di ginnastica artistica, Giulia Capocci, campionessa di tennis in carrozzina, Fabrizio Bernini, imprenditore, Enrico Tigli, ex sindaco e Carlo Fabbri, storico. Sono loro, infatti, i cinque personaggi che presso la sala consiliare del comune di Terranuova, hanno ricevuto l’onorificenza “Poggio Bracciolini”, istituita dall’amministrazione comunale per rendere omaggio all’impegno, alla passione ed all’attività di quanti si sono riconosciuti nel campo della cultura, delle arti, del lavoro in ogni sua espressione, della politica, dell’assistenza, della solidarietà e dello sport.

Unica assente, giustificata, Giulia Capocci, rimasta imbottigliata nel traffico autostradale. A ritirare il riconoscimento, in questo caso, sono stati i genitori. Presenti, invece, tutti gli altri protagonisti, che hanno ricevuto l’onorificenza direttamente dalle mani del sindaco Sergio Chienni e del presidente del consiglio comunale Leonardo Ciarponi. La cerimonia, infatti, si è tenuta all’interno del parlamentino cittadino. “E’ un modo con cui la nostra città esprime gratitudine alle donne e agli uomini che hanno dato un contributo speciale alla comunità”, ha detto Chienni. Durante la consegna dei riconoscimenti sono stati proiettati dei video per raccontare l’opera di Bernini, Mori, Capocci, Tigli e Fabbri.

L’iniziativa pubblica segue quella che si è tenuta nel mese scorso. L’ onorificenza ‘alla memoria’ che è stata consegnata per la prima volta alla moglie del capitano terranuovese Giancarlo Battagli, che sacrificò la propria vita per evitare per l’aereo che pilotava precipitasse sul paese di Rapolano Terme. Il conferimento del “Poggio Bracciolini” viene deciso ogni anno dal sindaco motu proprio o su segnalazione dei componenti della giunta o del consiglio comunale. Al momento della consegna, i quattro personaggi premiati, mancava Giulia Capocci, hanno raccontato la loro esperienza. C’è chi come Lara Mori ha parlato dell’emozioni al momento di scendere in “campo”, chi come Fabrizio Bernini ha raccontato lo sviluppo della Zucchetti e chi come Enrico Tigli e Carlo Fabbri hanno ricordato momenti significativi della loro storia politica e culturale.