Arezzo, 14 luglio 2017 - Risparmia una vita per comprarsi la fisarmonica, ma perde tutto sull’A/1: la Polstrada gli restituisce i soldi. Aveva a poco a poco messo da parte più di 3.500 euro per andare ad Ancona e comprare una fisarmonica, ma la stanchezza gli ha procurato un brutto scherzo.

L’uomo, un pensionato di 70 anni, che vive a Roma e ha trascorso una vita nel settore agricolo, era da tempo che pensava a quello strumento, indispensabile per dedicarsi alla sua passione: suonare il liscio. Mercoledì scorso si è messo al volante di una Mercedes ma, lungo l’autostrada, anziché prendere la direzione di Ancona si è ritrovato sull’A/1, in prossimità di Arezzo.

Quando se ne è accorto ha deciso di fermarsi all’area di servizio di Badia al Pino, per riposarsi e prendere un buon caffè. Poi è risalito in macchina per ritornare a Roma, ma si è accorto di non avere più con sé il borsello, con dentro i risparmi di una vita: 71 banconote da 50 euro, oltre a un libretto postale. Fortuna ha voluto che il gestore del bar se ne è accorto e ha chiamato la Polstrada.

Una pattuglia della Sottosezione di Battifolle in un baleno è giunta sul posto, recuperando tutto. Nel frattempo, l’uomo è stato contattato e, appreso che tutti i soldi erano stati ritrovati, ha urlato per la gioia. Stamane la Stradale gli ha restituito il borsello e il danaro. Lui, prima di lasciare la caserma, ha ringraziato i poliziotti e si è commesso, confessando che la fisarmonica la comprerà più in là, poiché ora vuole godersi la somma recuperata. Firenze, 14 luglio 2017