Arezzo, 21 aprile 2017 - Assaliti da un tasso. Dalle parti del torrente, la scorsa notte in via Darwin. Era l'una di notte, quando un forte rumore fuori della porta, ha fatto sobbalzare una famiglia. «Una scena incredibile» raccontano.

«Stavo guardando la tv e ho sentito dei forti colpi alla porta, seguito da altri rumori e dal miagolio disperato di un gatto. Sono andata a vedere cosa stava succedendo. Ho provato ad aprire la porta, ma qualcosa me lo impediva: ho insistito fino a spalancarla. Un tasso, di circa un metro, stava divorando un mio gattino».

Ha iniziato a gridare, ha svegliato gli altri familiari. «Calci e colpi di scopa. Non si muoveva e non mollava il gatto». Alla fine è scappato. Il gatto è rimasto a terra, con una zampina distrutta e la coda mangiata, ma salvo. «Quell’animale è sicuramente uscito dal torrente, ormai è una giungla. Sono sei anni che nessuno viene a pulire. Ma siamo in città, è mai possibile ritrovarsi a lottare contro una bestia del genere?».