Firenze / Arezzo / Empoli / Grosseto / La Spezia / Livorno / Lucca / Massa Carrara / Montecatini / Pisa / Pontedera / Pistoia / Prato / Sarzana / Siena / Viareggio / Umbria

"C'è la crisi? E io vendo tutto ai cinesi". Boom del sito

Si chiama vendereaicinesi.it ed è dedicato agli imprenditori orientali in Italia. Raffica di inserzioni degli aretini che offrono hotel, bar, tabacchi, capannoni industriali

cinesi
cinesi

Arezzo, 5 ottobre 2013 - Sono gli stakanov del lavoro. Le loro attività infatti sono tra quelle aperte 7 giorni su 7 con orario continuato. Ma gli imprenditori cinesi sono anche quelli che sempre più spesso rilevano le nostre imprese in difficoltà. O almeno è quello che sperano tanti degli inserzionisti del nuovissimo www.vendereaicinesi.it, il sito di annunci rivolto ad imprenditori cinesi in Italia e in cui tanti proprietari di immobili e attività commerciali aretini hanno postato le loro offerte. Come Nicoletta che vuol vendere il suo bar a Cavriglia, con tanto di tabacchi, ricevitoria sisal e distributore. Nella dettagliata descrizione si legge: ampia area di parcheggio, ottima posizione, nelle vicinanze della zona industriale, cucina attrezzata, locale moderno in ottimo stato. E il tutto è ovviamente tradotto in cinese. Michele a San Giovanni vuole vendere un locale in centro. Ad Arezzo causa pensione del titolare si cede invece un negozio di foto ottica, nel sito è spiegato che si tratta di un’attività ventennale in una buona posizione, <WC>con<WC1> la strumentazione completa per il controllo visivo.

E sempre ad Arezzo è in vendita un hotel nella descrizione si dice che è bellissimo e avviato, e pure a tema musicale. Ha anche annesso un ristorante, una struttura del 400 interamente arredata e ristrutturata con classe e all’interno fornita di altissime tecnologie. Un affare unico per l’inserzionista. Ma su vendereaicinesi.it gli aretini hanno postato anche tanti capannoni industriali e magazzini. A Montevarchi viene offerto in affitto o vendita uno stabile commerciale ristrutturato di 245 metri quadrati. Si precisa che attualmente è occupato da un supermercato con grande cucina per la gastronomia ma l’immobile è in ottime condizioni e potrebbe liberarsi in poco tempo. A Sansepolcro invece Claudio propone un capannone di 3300 metri quadrati costruito nel 2004 a norma di legge, comprensivo di impianto elettrico, antincendio, riscaldamento, condizionatore e uffici, in zona industriale e commerciale. Ma sono in vendita anche appartamenti e bijoux hand made in Tuscany, interi palazzi nei centri storici di Arezzo e provincia, immobili che vengono definiti ideali anche per avviare attività commerciali o aprire negozi. E sul sito si può contattare direttamente l’inserzionista ma anche inserire il proprio annuncio. La gestione del sito rivolto agli imprenditori cinesi è della società Mito S.r.l. con sede in provincia di Cuneo.


L’idea del sito di annunci è di Simone Toppino e Alessandro Zhou ed è nata dalla collaborazione tra imprenditori italiani e cinesi, operanti da anni su tutto il territorio nazionale in molte attività commerciali, dalla ristorazione all’intrattenimento. L’idea si è concretizzata anche per il forte interesse che gli imprenditori cinesi hanno verso l’acquisizione di attività commerciali e immobili su tutto il territorio nazionale. Si è quindi cercato un modo più efficace per mettere direttamente in contatto italiani e cinesi. Anche alla luce del fatto che i cinesi sia residenti in Italia che in Cina adorano ed apprezzano il Made in Italy. Sono nati così i portali VendereAiCinesi.it e MaiMaiOuzhou.com (l’esatta copia in cinese), portali di annunci economici tradotti dall’italiano al cinese, creati per abbattere la barriera linguistica che fino ad ora ha diviso le due culture e ha reso difficili i rapporti economico-commerciali. Lingua e distanze culturali sono stati infatti per troppo tempo una barriera che ha frenato le potenzialità degli scambi fra italiani e cinesi che vivono in Italia. Il sito è attivo da febbraio, i numeri parlano di 700 computer collegati ogni giorno sulla pagina in cinese, 1800 su quella in italiano. Gli inserzionisti, in pochi mesi, sono già oltre 7.800.

Condividi l'articolo
404 - Resource not found
404 – Resource not found