Arezzo, 31 gennaio 2018 - La giornata del "Carnevale delle sette merende" si apre a Badia Prataglia con una delle escursioni più suggestive dell'area protetta, quella lungo il percorso che porta al monte Penna. La "terrazza" consente di lanciare lo sguardo a descrivere l' orizzonte più aperto e selvaggio del Parco. L'uscita prevede il ritrovo presso il centro visita alle 9, 30. In caso di neve l'escursione si svolgera con le ciaspole (racchette).

Alle 15, sempre al centro visita, ci sarà la presentazione della nuova edizione della carta del sentiero dei Castelletti, a cura di Giuseppe Di Carlo, che presenterà il progetto "Le verità nascoste. What lies beneath - Stand up for Africa 2017". Per Di Carlo la pensione Bellavista, che ospita i richiedenti asilo, è potenzialmente un nuovo castelletto, da inserire a pieno titolo nell’elenco di quelli ufficiali.

Anche questo necessita quindi di un suo logo, da ideare insieme ai partecipanti ai laboratori e da dipingere con loro su una grande tela. Di Carlo digitalizzerà questo disegno per riproporlo in versione stampata su uno stendardo da collocare all’esterno della pensione. Durante l’inaugurazione della mostra verrà poi realizzata una serie limitata di stampe attraverso un telaio serigrafico. Il sentiero dei Castelletti - alle 15, 30 - rappresenterà anche la scenografia dello spettacolo itinerante di giocolieri a cura di "Karacongioli". La performance dell'apprezzato gruppo versiliano si compone di "magie" funamboliche fatte di acrobazie, equilibrismi e comicità. A seguire aprirà lo stand gastronomico a cura della pro loco di Badia Prataglia con la tradizionale merenda "uova e salsicce". Chiudono i "balli in maschera e non" accompagnanti dai "Badalischi" della Vallesanta. Per prenotazioni si possono chiamare l'ufficio informazioni del Parco (0575. 503029) o la coop Oros (335. 7987844).