Arezzo, 21 aprile 2017 - È in programma per martedì 25 aprile a partire dalle 9, la tradizionale fiera “Subbiano in fiore” organizzata dalla Confesercenti in collaborazione con il Comune di Subbiano e con il Consorzio Promo Commercio. La manifestazione, ormai affermata a livello casentinese ed aretino giunge alla sedicesima edizione e quest’anno registra un aumento di espositori di floricoltura, botanica, arte floreale ed arredo per esterni a testimonianza dell’interesse per la manifestazione.

Variegate sono le tipologie di piante e fiori in esposizione assieme a ornamenti da giardino tra cui ceramiche e terrecotte. Non mancheranno naturalmente le tradizionali bancarelle con prodotti gastronomici tipici del Casentino e con le eccellenze culinarie di altre regioni italiane, nonché di abbigliamento, calzature e articoli per la casa. Tante le iniziative collaterali in programma per far vivere alle famiglie un sereno tour nel circuito delle bancarelle e tra i negozi. Per chi vorrà infatti dedicarsi agli acquisti primaverili ci sarà la possibilità di fare shopping anche tra i negozi del centro commerciale naturale. In particolare presso invece il bar Celli sarà allestito un aperipranzo, mentre ci saranno novità e sorprese presso il bar pasticceria Bardelli. I ristoranti di Subbiano Da Chenno, Al Nuraghe, Taverna dei briganti, la cantina nel borgo, Il Matto presenteranno durante la giornata alcuni menù a tema.

“L’ormai imperdibile fiera “Subbiano in fiore” – spiega Lucio Gori di Confesercenti – rappresenta un appuntamento primaverile per tantissimi visitatori. Come ogni anno l’evento sarà capace di creare interesse e attrazione per i consumatori che si troveranno a passeggiare tra i profumi dei fiori e le bellezze artistiche del borgo storico del paese”. “La Confesercenti di Arezzo – prosegue Lucio Gori - da anni promuove l’evento che rappresenta ormai un appuntamento importante nel panorama provinciale del florovivaismo e capace di calamitare a Subbiano visitatori provenienti sia dal Casentino che dalla città di Arezzo. Crediamo sia da evidenziare anche la volontà di attivare sinergie con la rete commerciale e della ristorazione di Subbiano.