Arezzo, 8 febbraio 2018 - La città della musica,Arezzo,  ha risposto con entusiasmo e partecipazione al primo week end in musica organizzato nella Casa della musica nel palazzo di Fraternita. Il pubblico ha mostrato curiosità, calore e un vivo interesse per le proposte musicali accolte nel palazzo di Piazza Grande luogo strategico per la scena culturale aretina.

Tutto esaurito per «Schubertiade» venerdì scorso con il concerto in omaggio al grande compositore e musicista romantico Franz Schubert che ha inaugurato il ciclo di concerti della Casa della Musica. Eseguito in anteprima ad Arezzo, il 9 febbraio sarà replicato al Royal College of Music di Londra dagli stessi artisti. In sala erano presenti oltre ottanta persone insieme al sindaco Alessandro Ghinelli e a Pier Luigi Rossi, primo rettore della Fraternita dei Laici. Il programma della serata ha visto il pianista Simone Soldati eseguire prima l’Impromptu op.142 n.2 e successivamente il Lied «La trota» con il soprano Silvia Vajente. Protagonisti del quintetto «La trota» sono stati infine gli archi di Alberto Bologni (violino), Antonello Farulli (viola), Giuseppe Barutti (violoncello) e Gabriele Ragghianti (contrabbasso) con il pianista Simone Soldati.

Le note del «Flauto magico» di Mozart hanno accompagnato i bambini e le famiglie durante l’open day di «Recicanto» domenica scorsa che vede i bam,bini accompagnati alla scoperta della musica d’opera. E sarà proprio il «Flauto magico» l’opera protagonista di «Recicanto», il laboratorio creativo e giocoso ideato pensato e realizzato da Silvia Vajente e Silvia Martini per coinvolgere grandi e piccini alla scoperta del caleidoscopio mondo dell’opera lirica. Esperienza musicale che ha preso il via ieri nella Casa della Musica.