Arezzo, 22 dicembre 2017 - Ci saranno Edda, Andrea Appino, Motta, Edda, Paolo Bevengnù, Dente, Alessandro Fiori. E poi Ufo dj e Fast Animals and Slow Kids. Tutti stasera sul palco del Karemaski per una festa: i dieci anni, appunto, del locale di Olmo. Di questo grande evento abbiamo parlato con Andrea Marmorini che ha dato il via a questa avventura assieme a Marco Gallorini: «Festeggiamo una storia che dura dieci anni, e preciso che non è un punto di arrivo ma il momento per prendere conscienza di ciò che è successo e di quanta strada c’è da fare. Quella di oggi sarà una celebrazione doppia, perché festeggiamo anche i cinque anni dell’etichetta Woodworm Label. Ed è proprio al Karemaski che alcuni artisti e l’etichetta stessa si sono incontrati. I posti come questo sono fatti di persone che creano rapporti quotidiani con gli artisti e in quella quotidianità abbiamo trovato il modo di festeggiare insieme».

Una serata che promette scintille...

«C’è qualcosa di organizzato ma ci sarà anche spazio per l’ improvvisazione. Si parte alle 19 con la cena, attorno alle 21 inizieranno i live degli artisti, ciascuna esibizione durerà più o meno mezz’ora».

E la parte improvvisata?

«Abbiamo allestito uno spazio con batteria, basso, chitarra ... sono lì a disposizione di chiunque voglia suonare».

Si va avanti fino...?

«Fino a quando i ragazzi avranno voglia di suonare».

Altre novità, oltre agli artisti annunciati?

«Durante la serata si esibiranno i cantautori ma sarà presente tutta la scuderia Woodworm, compresi i neo entrati Ministri. E ci saranno anche le realtà che hanno collaborato in questi dieci anni con il Karemaski, come l’agenzia di booking Locusta. E poi ci sarà anche uno spazio allestito con la mostra di chitarre e la vetrina con le 65 uscite di Woodworm in questi cinque anni».